È festa nella Regina delle Dolomiti per i -2 anni all’inizio di Milano-Cortina 2026

Condividi sui social

Il 6 febbraio alle 18.00 aperitivo aperto a tutta la comunità per festeggiare insieme l’avvicinarsi dell’evento. Dalla Drusciè A partirà la fiaccolata dei maestri di sci e i cinque cerchi olimpici illumineranno il Col Drusciè. Il sindaco Lorenzi: “Siamo pronti a dimostrare al mondo ciò che significa essere Cortina”

 

A Cortina d’Ampezzo inizia il conto alla rovescia per i Giochi Olimpici e Paralimpici Milano Cortina: tra due anni, il 6 febbraio 2026, allo stadio Meazza di Milano avrà inizio l’attesissimo evento. La Regina delle Dolomiti, host city insieme al capoluogo lombardo, celebrerà questo momento speciale con eventi e iniziative speciali che coinvolgeranno l’intera comunità, organizzate dal Comune di Cortina con Fondazione Cortina e la collaborazione di Cortina for Us.

L’appuntamento è alle 18:00. La Temporary Lounge di Fondazione Cortina accoglierà residenti e visitatori per un aperitivo speciale, all’insegna delle eccellenze enogastronomiche del territorio, creando un ambiente conviviale e vibrante in cui condividere l’entusiasmo per le Olimpiadi e Paralimpiadi che si stanno avvicinando. Tutto il paese per quest’occasione si vestirà a festa: negozi, ristoranti e alberghi aderiranno all’atmosfera gioiosa, affiggendo le locandine create appositamente per l’occasione dal Comitato organizzatore, Fondazione Milano Cortina 2026, per mostrare il loro sostegno e contribuire a coinvolgere la comunità nell’emozione dell’evento.

Alzando lo sguardo sarà possibile vedere la suggestiva fiaccolata dei maestri di sci che scenderà dalla Drusciè A, la celebre pista che ha ospitato i Mondiali di Sci Alpino di slalom speciale. I maestri scenderanno illuminando la serata con la loro passione per lo sport e anticipando l’entusiasmo che pervaderà le Olimpiadi e Paralimpiadi, e si uniranno alle celebrazioni nel centro del Paese.

Infine, il simbolo universale dello sport, i cinque cerchi olimpici, verranno proiettati proprio sull’iconico Col Drusciè. Le luci rimarranno accese fino al 19 marzo, rappresentando in maniera tangibile l’orgoglio di essere host city delle prossime Olimpiadi e Paralimpiadi.