Premiazione di Barbara Von Bergen a Lara Gut

Cortina d’Ampezzo Ski World Cup | FIS Para Alpine Ski World Cup

Condividi sui social

10 giorni di Coppe del Mondo a Cortina d’Ampezzo al grido di sNOw DIFFERENCE: nessuna differenza sulla neve, per una neve senza differenze. Uno slogan, sicuramente, ma anche un impegno concreto che Fondazione Cortina e la comunità hanno preso con le atlete, gli atleti, le appassionate e gli appassionati di sport che hanno trascorso nella Conca Ampezzana i giorni tra il 26 gennaio e il 2 febbraio 2024. 

La Cortina d’Ampezzo Ski World Cup 2024 apre le porte mercoledì 24/01/24 con la prima giornata di prove e si chiude domenica 28/01/24 con il Super G conclusivo della tre-giorni di gare sull’Olympia delle Tofane. 5 giorni segnati da variazioni climatiche importanti che, tra vento, sole e temperature ballerine, portano la pista e il tracciato a cambiare in modo repentino sotto i piedi delle 50 atlete in gara. Riscontro estremamente positivo dalle atlete stesse e dagli allenatori che, come ripetuto e dimostrato ogni anno, amano l’iconica pista ampezzana e apprezzano l’enorme lavoro svolto da tutto il team di pista, dai volontari e dalle Truppe Alpine per rendere perfetto il “field of play” sul quale le Regine della Velocità si sfidano alla ricerca del titolo di “The Queen of Speed”.


Chiudiamo un’ottima edizione di Cortina Audi Fis Ski World Cup” commenta il presidente di Fondazione Cortina, Stefano Longo. “Le prime due giornate, caratterizzate da forti raffiche di vento, non sono state facili. Un grande lavoro è stato fatto dall’ambito sanitario che ha garantito al massimo la sicurezza delle atlete. Devo fare i complimenti a tutta l’organizzazione, ai volontari, alle Truppe Alpine e alle forze dell’ordine che hanno messo in campo, ancora una volta, passione e professionalità. Stiamo già pensando al 2025, lavorando in particolare per ospitare in maniera ancora più accogliente i tifosi e gli appassionati che verranno a trovarci. Sono stati tanti i momenti da ricordare di questa tre giorni, ne cito due: l’omaggio a Elena Fanchini, la campionessa che qui vinse nel 2015, e la premiazione di Lara Gut-Behrami da parte di Barbara Von Bergen, la campionessa olandese vincitrice della Coppa del mondo di discesa paralimpica nella scorsa stagione. Questa premiazione, in particolare, rappresenta l’ideale passaggio di testimone tra la Coppa del Mondo femminile e la Coppa di Sci Alpino Paralimpica svoltasi tra il 31/01 e il 02/02”.

Proprio come raccontato dal Presidente Longo, senza soluzione di continuità, con un lavoro eccelso da parte di tutta la squadra di Fondazione Cortina e con un solo pomeriggio di transizione nel pomeriggio di domenica 28 gennaio, il 29/01/2024 ha avuto inizio la Cortina d’Ampezzo FIS Para Alpine Ski World Cup. Una tappa di coppa del mondo di sci paralimpico per la prima volta nel nostro territorio, organizzata sulla stessa pista, con la stessa Finish Area e i medesimi servizi proposti durante l’evento precedente. 

Un giorno di prove e quattro di gare con una Discesa Libera, un Super G e due slalom speciali che hanno visto confrontarsi 47 atlete e atleti nelle 3 categorie: visual impaired, standing e sitting, ovviamente divisi tra maschile e femminile. Un test event davvero importantissimo in vista delle Paralimpiadi di Milano Cortina 2026 che vedranno la maggior parte delle gare paralimpiche svolgersi proprio a Cortina d’Ampezzo dove, durante queste giornate di gara e con grande apprezzamento da parte delle atlete e degli atleti, moltissime scuole di tutto il Veneto si sono riunite per tifare questi grandi interpreti dello sci alpino. 

Dalle parole di Michele Di Gallo, Direttore Generale di Fondazione Cortina, traspare l’emozione per la realizzazione di questo sogno, la grande volontà di percorrere fino in fondo questo percorso e di coinvolgere in quest’avventura quanti più giovani e giovanissimi possibile: “Lo sport è un potente mezzo di inclusione sociale, capace di abbattere barriere e di unire le persone. La Coppa del Mondo di Sci Alpino Paralimpico offre a tutti, e soprattutto ai più giovani, non solo l’opportunità di assistere a prestigiose competizioni sportive, ma anche di imparare e crescere attraverso l’esperienza condivisa con atleti straordinari che superano le sfide con coraggio e determinazione”. 

Da una settimana sNOw DIFFERENCE nella Conca Ampezzana escono ottimi riscontri, un successo importante di pubblico e partecipazione e tantissima voglia, a tutti i livelli, di affrontare le prossime sfide con i prossimi eventi di altissimo livello.