Coppa del Mondo di sci alpino paralimpico, a Cortina subito a segno Bertagnolli

Citare il credito fotografico come indicato nel nome di ciascun file

Condividi sui social

Il campione trentino, con la guida Andrea Ravelli, fa sua la discesa sulla Olympia delle Tofane. Podio anche per Martina Vozza e Ylenia Sabidussi, seconde. Domani il superG

 

Cortina d’Ampezzo (Belluno), 30 gennaio 2024 – Si è aperta con la discesa la quattro giorni della Coppa del Mondo di sci alpino paralimpico di Cortina d’Ampezzo, evento proposto da Fondazione Cortina. In una splendida giornata di sole e di temperatura mite, sono stati 47 gli atleti che si sono sfidati sull’iconica pista ampezzana che la scorsa settimana ha ospitato la Coppa del Mondo femminile.

Italia subito in grande evidenza grazie a Giacomo Bertagnolli e Martina Vozza, entrambi categoria Visual Impaired.

Bertagnolli, trentino di Cavalese, otto medaglie olimpiche e quindici mondiali in carriera, con la guida Andrea Ravelli ha domato l’Olympia, precedendo di 21 centesimi gli austriaci Johannes Aigner Nico Haberl e di 1”61 i francesi Hyacinthe Deleplace Valentin Moine Giraud.

Per la friulana Martina Vozza, con la guida Ylenia Sabidussi, è arrivato il secondo posto nella gara che ha visto imporsi la coreana Sara Choi con la guida Jung Sanghyun.

Oggi è stata una giornata fantastica. La pista era preparata alla perfezione e sono riuscito ad esprimermi al meglio, anche se la discesa non è la mia specialità. Quello di oggi è sicuramente un gran risultato, ma è anche un punto di partenza per perfezionarmi, anche in prospettiva delle Paralimpiadi del 2026, che si terranno proprio sull’Olympia” ha commentato Giacomo Bertagnolli.

L’Olympia delle Tofane è una pista fantastica e sono molto contenta che i Giochi del 2026 avranno luogo proprio qui. La gara di oggi poteva andare meglio, ma sono comunque contenta del risultato ottenuto, considerando il mio infortunio dello scorso anno. Ora guardo avanti, al superG di domani, ma soprattutto al 2026” così Martina Vozza.

Da sottolineare la presenza, alla finish area, di oltre cento studenti delle scuole medie delle province di Belluno (Lorenzago di Cadore, Lozzo di Cadore e Sedico) e di Treviso (Riese Pio X) che hanno potuto incontrare gli atleti e fare loro delle domande, oltre che cimentarsi in un prova – simulazione Visual Impaired per capire come vive la gara un atleta ipovedente o non vedente.

Il programma della Coppa del Mondo di sci alpino paralimpico proseguirà mercoledì 31 gennaio con il superG, giovedì 1 e venerdì 2 febbraio con gli slalom.